Home page Notizie
L’ arciprete Nikolaj Balashov sui discorsi kievani…

L’ arciprete Nikolaj Balashov sui discorsi kievani del patriarca Bartolomeo

Il vicepresidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca ha condiviso con RIA Novosti la sua opinione sui recenti discorsi del Patriarca Bartolomeo di Costantinopoli, la cui visita a Kyiv è stata programmata in concomitanza con il 30° anniversario dell'indipendenza dell’Ucraina.

Nei discorsi del patriarca Bartolomeo a Kyiv è risuonata più volte una serie di temi ricorrenti.

Ecco di che cosa ha parlato il Patriarca.

L'autocefalia (indipendenza ecclesiastica) della cosiddetta "Chiesa ortodossa in Ucraina", composta da rappresentanti di gruppi scismatici, è stata concessa completamente legalmente. Anche i presunti "privilegi" della Sede di Costantinopoli, che le attribuirebbero il diritto di prendere decisioni unilaterali sulle questioni riguardanti altre Chiese ortodosse locali, sono del tutto legali e canonici. Ha dichiarato che Costantinopoli non ha cambiato nulla nell'ecclesiologia (insegnamento sulla Chiesa) ortodossa tradizionale; al contrario, essa viene cambiata da chi oggi non accetta di sottomettersi all’infallibile “leader spirituale di 250 (o 300) milioni di cristiani ortodossi nel mondo”, come ama definirsi il “patriarca verde”. Almeno così si definiva prima; ora è chiaro a tutti che la maggioranza dei cristiani ortodossi non considera il patriarca Bartolomeo il proprio capo spirituale dopo l'atto scismatico da lui commesso.

La retorica del patriarca Bartolomeo a Kyiv mdostra che Sua Santità è preoccupato per le critiche dell'invasione non canonica del Patriarcato di Costantinopoli negli affari ucraini, fatta da vescovi, teologi e storici di molte chiese ortodosse.

Ma il Patriarca non riesce a dare risposte convincenti che potrebbero convincere altre Chiese locali della famiglia ortodossa a riconoscere l'autocefalia dell’appena creata “Santissima Chiesa d'Ucraina”. Semplicemente ripete più e più volte che ha sempre ragione, perché il trono di Costantinopoli ha sempre ragione; che la “Grande Chiesa di Cristo”, con la quale si identifica, non ha bisogno di discutere nulla con nessuno, perché non sbaglia mai e sempre si crocifigge e si sacrifica per il nostro bene comune - e invita tutti gli ortodossi a credere a questo fatto. Altrimenti, dice, non saranno più ortodossi.

Ma il punto è che noi ortodossi non abbiamo e non abbiamo mai avuto un tale dogma di fede. Il Patriarca di Costantinopoli non è affatto il Papa di Roma. E non siamo stati noi, ortodossi, a convocare il Concilio Vaticano I. Mentre l'infallibilità papale, secondo la visione dei nostri fratelli cattolici, ai quali il Fanar si avvicina così rapidamente oggi, è limitata da tante restrizioni.

Il Patriarca nel suo discorso festivo presso la cattedrale di Santa Sofia di Kyiv si lamenta di alcuni “neologismi, nuove formulazioni e pericolose visioni ecclesiologiche”, nonché di “tentativi di ribaltamento delle istituzioni ecclesiali” che tendono a “sminuire l'importanza dell'arcivescovo di Costantinopoli", dichiarandolo quasi “un pezzo da museo”. Ammette persino che “ci sono molti che credono che il Patriarca ecumenico si stia allontanando dalla realtà”. E in risposta, a quanto pare, sentendo tuttavia l'insufficienza della sua argomentazione attuale, promette di mostrare “sia i testi corrispondenti che l'intero corso della risoluzione di questa questione (ucraina)” “nel prossimo futuro”.

E’ esattamente ciò che il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha da tempo proposto al Patriarca di Costantinopoli: studiare insieme i “testi rilevanti” e l'andamento storico della questione, invitando i migliori studiosi di diversi paesi. Lo ha proposto anche durante la sua ultima visita al Fanar nell'agosto 2018. Allora il patriarca Bartolomeo rispose che non aveva tempo per questo, e anche senza questo tipo di lavoro gli era tutto chiaro. Se ora l'interesse per i testi si fosse rinnovato, possiamo consigliare l'eccellente pubblicazione “La riunificazione della metropoli di Kyiv con la Chiesa ortodossa russa. 1676-1686: Ricerche e documenti”, pubblicato nel 2019 dalla “Enciclopedia ortodossa” sotto la redazione generale del metropolita Hilarion di Volokolamsk. Tutte le informazioni necessarie sono raccolte lì. Il libro contiene 912 pagine, 246 documenti d'archivio. Lo stiamo già traducendo in greco, anche se, ovviamente, ci vorrà del tempo. Inoltre, il principale materiale storico è ben presentato nel libro del metropolita Niceforo di Kykkos “La questione ucraina moderna e la sua risoluzione secondo i canoni divini e sacri”, disponibile in greco e inglese, la cui edizione russa sta per uscire.

È improbabile, ovviamente, che i dominatori dei destini del mondo sulle rive del Bosforo, dove più di trecento anni di realtà storica vengono semplicemente cancellati da un tratto di penna, mentre gli scismatici e anatematizzati con la stessa facilità vengono trasformati in “vescovi ortodossi”, interesserà la verità della storia e la verità dei canoni... A proposito di questi ultimi, il patriarca di Costantinopoli ha ritenuto necessario dire a Kyiv, che la loro interpretazione è “affidata non a uomini di tavolino”, ma alle persone autorizzate. Si capisce bene di chi si tratta.

“Credete, signori, che lo Stato siate voi? Io sono lo stato! ”- dichiarò una volta Luigi XIV ai deputati del parlamento francese.

Ora nei discorsi pronunciati a Kyiv sembra quasi sentire “L'église c'est moi!” (Io sono la Chiesa!) ”. L'unica difficoltà è che per qualche motivo non tutti ci credono ...

Condividere:
Sua Santità il Patriarca Kirill ha incontrato il presidente della Direzione dei musulmani del Caucaso Sceicco-ul-islam Allahshukjur Pasha-zade

12.10.2021

Il Primate della Chiesa ortodossa russa ha incontrato il Supremo Patriarca e Katholikos di tutti gli armeni

12.10.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha consegnato le onorificenze ecclesiastiche al presidente del Decr e ai suoi vice

27.09.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill: il Patriarca Bartolomeo è caduto nello scisma

27.09.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha presieduto una riunione ordinaria del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa

23.09.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha inaugurato un simposio dedicato al primato e alla sinodalità nell’Ortodossia

16.09.2021

Messaggio del Primate della Chiesa ortodossa russa ai partecipanti al Forum Interreligioso del G20

12.09.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill: le forze del male stanno lacerando l'unità delle Chiese ortodosse

29.08.2021

Saluto di Sua Santità il Patriarca Kirill ai partecipanti del Festival “Russia – Grecia. Insieme attraverso i secoli”

21.08.2021

Auguri di Sua Santità il Patriarca Kirill al Katholikos di tutti gli armeni Karekin II in occasione del suo 70° compleanno

21.08.2021

Messaggio di Sua Santità il Patriarca Kirill agli atleti della Russia – partecipanti alle XXXII Olimpiadi estive a Tokyo

10.08.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha presieduto una riunione ordinaria del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa

17.06.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha presieduto una riunione del Supremo Consiglio della Chiesa

15.06.2021

Auguri di Sua Santità il Patriarca Kirill a Raul Castro Rus per il suo novantesimo compleanno

03.06.2021

Si svolgono le riunioni della seconda giornata della plenaria del Consiglio interconciliare presieduta da Sua Santità il Patriarca Kirill

27.05.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk ha incontrato dei rappresentanti della Comunità di Sant’Egidio

20.10.2021

Il presidente del Decr ha partecipato a una riunione dedicata al 25° anniversario della Casa dell’estero russo

18.10.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha incontrato il presidente della Direzione dei musulmani del Caucaso Sceicco-ul-islam Allahshukjur Pasha-zade

12.10.2021

Il Primate della Chiesa ortodossa russa ha incontrato il Supremo Patriarca e Katholikos di tutti gli armeni

12.10.2021

Il Patriarca-Katholikos Karekin II è arrivato a Mosca sull’invito di Sua Santità il Patriarca Kirill

11.10.2021

Il metropolita Hilarion ha incontrato il Cardinale Luis Antonio Tagle

07.10.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk ha fatto un discorso alla presentazione della versione italiana dei “Tre discorsi in memoria di F. M. Dostoevskij” di V. S. Solov’ev

06.10.2021

Il presidente del Decr ha incontrato Papa Francesco

06.10.2021

Il metropolita Hilarion ha partecipato all’incontro interreligioso sul tema “Religione e istruzione”

06.10.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk ha incontrato il presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani

05.10.2021

Il presidente del Decr ha partecipato al Summit dei leader religiosi a Roma dedicato al tema di cambiamento climatico

04.10.2021

Ha avuto luogo la presentazione della versione cinese del libro del Patriarca Kirill “Pensieri per ogni giorno dell’anno”

01.10.2021

Ha avuto luogo una sessione plenaria della Commissione biblico-teologica sinodale

29.09.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha consegnato le onorificenze ecclesiastiche al presidente del Decr e ai suoi vice

27.09.2021

Sua Santità il Patriarca Kirill ha presieduto una riunione ordinaria del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa

23.09.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio
Рус Укр Eng Deu Ελλ Fra Ita Бълг ქარ Срп Rom عرب