Home page Notizie
Lettera del Patriarca Kirill al presidente US…

Lettera del Patriarca Kirill al presidente USA Barack Obama

Sua Santità il Patriarca di Mosca e tutta la Rus’ Kirill ha inviato al Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama un messaggio, in cui esprime preoccupazione per i piani relativi a un intervento militare degli USA nel territorio della Siria. Il Primate della Chiesa Ortodossa Russa chiede al Presidente USA di prestare ascolto alle voci dei leader religiosi mondiali, che si sono unanimamente pronunciati contro un’ingerenza nel conflitto in corso in Siria, e di operare in favore di un immediato inizio di trattative pacifiche tra le parti.

 

 

Eccellenza, Signor Presidente,

 

la Chiesa Ortodossa Russa è addolorata e preoccupata per i tragici avvenimenti che hanno luogo in Siria. Le informazioni che abbiamo relative alla situazione in Siria provengono non dai mezzi di comunicazione, ma da testimonianze dirette, dateci dai leader religiosi, da semplici fedeli locali e dai nostri concittadini che risiedono in quel Paese.

Oggi la Siria è l’arena di un conflitto armato, cui prendono parte mercenari stanieri e soldati legati ai centri del terrorismo internazionale. Per milioni di civili la guerra è divenuta un Golgotha quotidiano.

Con grande preoccupazione abbiamo accolto la notizia di piani di azioni militari delle forze armate USA nel territorio della Siria. Senza alcun dubbio questo fatto porterebbe ancor maggiori sofferenze al popolo siriano, in primo luogo alla popolazione civile. In seguito a un intervento militare straniero in Siria potrebbero prendere il potere forze radicali che non saranno in grado né vorranno assicurare la concordia interconfessionale nella società siriana.

Siamo particolarmente preoccupati per la sorte della poplazione cristiana della Siria che in questo caso rischierebbe il totale sterminio o la deportazione. Tali situazioni si producono già nelle regioni del Paese occupate dagli insorti. Un’ulteriore conferma dei nostri timori ha significato per noi il tentativo da parte dei gruppi armati dell’opposizione di impossessarsi della città di Maalula, abitata soprattutto da cristiani. Gli insorti continuano ancora oggi a bombardare la città, in cui si trovano antichissimi monasteri cristiani, luogo di venerazione per i fedeli del mondo intero.

Dal 22 aprile i ribelli tengono prigionieri i gerarchi cristiani della città di Aleppo, i metropoliti Bulos e Yohanna Ibrahim, della cui sorte non si sa niente, nonostante le richieste di un gran numero di leader religiosi mondiali ai relativi governi di favorirne l’immediata liberazione.

L’attuale crisi siriana esige, senza dubbio, una soluzione col concorso della comunità internazionale. A questo proposito riteniamo importante che si sfruttino le opportunità che si sono aperte per una risoluzione diplomatica del conflitto che implichi il controllo, da parte della comunità internazionale, dell’arsenale chimico presente in Siria.

La Chiesa Ortodossa Russa conosce bene il prezzo delle sofferenze e delle perdite umane, poiché nel XX secolo il nostro popolo è sopravvissuto a due guerre mondiali devastanti che hanno causato milioni di morti e rovinato la vita di moltitudini di persone. Inoltre, sentiamo come nostro il dolore e le perdite sofferte dal popolo statunitense nei terribili attacchi terroristici dell'11 settembre 2001.

Alla vigilia dell’anniversario di questo terribile avvenimento mi rivolgo a Lei, chiedendoLe di prestare ascolto alle voci dei leader religiosi mondiali, che si sono unanimamente pronunciati contro un’ingerenza militare nel conflitto in corso in Siria, e di promuovere l’inizio al più presto di negoziati di pace.

Nel rinnovarLe la mia stima, le porgo i migliori saluti.

 

+ Kirill,

Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

Поделиться:
La lettera di ringraziamento del Patriarca d’Etiopia Abuna Mattia al Primate della Chiesa ortodossa russa

12.04.2021

Сondoglianze del Patriarca in occasione dell’attentato a Makasar in Indonesia

29.03.2021

Congratulazioni patriarcali all’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° compleanno

23.03.2021

Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Il presidente del Decr ha inviato le condoglianze per la morte del Cardinale Edward Cassidy

12.04.2021

Il metropolita Hilarion: l’attività di un politico non deve contraddire le sue convinzioni religiose

11.04.2021

Il periodo della pandemia non è propizio per i pellegrinaggi all’estero, pensa il metropolita Hilarion

11.04.2021

Il presidente del Decr incontra l'ambasciatore slovacco in Russia

06.04.2021

Il metropolita Hilarion: nei paesi occodentali l’ideologia del gender viene inculcata ai bambini in età da asilo

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: la Chiesa non benedice le unioni omosessuali, poiché sono peccaminose

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: proprio il cristianesimo ha causato l’abolizione della schiavitù

27.03.2021

Il presidente del Decr si è congratulato con l’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° annivesario

23.03.2021

Il metropolita Hilarion: in Ucraina è stata de facto bandita la Chiesa canonica

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: la scismatica “Chiesa ortodossa in Ucraina” non ha ricevuto un’autocefalia reale

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: l’ideologia europea diventa fondamentalmente antireligiosa

14.03.2021

Il metropolita Hilarion ha sottolineato l’importanza degli incontri inter-ortodossi nel “format di Amman”

13.03.2021

Il metropolita Hilarion: Chiese e comunità religiose diventano bersagli per la comunità LGBT

28.02.2021

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del DECR ha incontrato il nuovo ambasciatore russo in Ungheria

26.02.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio