Home page Notizie
Incontro del Patriarca col Card. Koch

Incontro del Patriarca col Card. Koch

Il 22 novembre 2016 il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus Kirill ha accolto nella residenza patriarcale del monastero stavropigiale di San Daniele di Mosca il Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani, cardinale Kurt Koch.

All’incontro, da parte della Chiesa ortodossa russa hanno partecipato: il Presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne metropolita Hilarion di Volokolamsk, il rettore dell’Accademia Teologica di san Pietroburgo Arcivescovo Amvrosij di Peterhof, il vicepresidente del Decr archimandrita Filaret (Bulekov) e il collaboratore del Decr sacerdote Aleksej Dikarev.

Da parte della Chiesa cattolica erano presenti il nunzio apostolico presso la Federazione Russa, Arcivescovo Celestino Migliore, e il responsabile della sezione orientale del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, Monsignor Hyacinthe Destivelle.

Accogliendo gli ospiti, il Patriarca Kirill li ha ringraziati per la loro partecipazione alla celebrazione del suo 70° anniversario. "Lo interpreto come un buon gesto da parte della Chiesa cattolica romana, e come un'opportunità per uno scambio di opinioni con voi sulla nostra agenda comune", ha detto il Primate della Chiesa Russa.

Il Patriarca Kirill ha ricordato il suo incontro con Papa Francesco a L'Avana. "Questo incontro, a mio parere, ha avuto un senso profondo e si è tenuto in un’atmosfera estremamente sincera e fraterna - ha testimoniato Sua Santità. - E' molto importante che il centro di questo incontro sia stata la nostra comune preoccupazione per le sofferenze dei cristiani nel mondo di oggi, in particolare in Medio Oriente, Nord Africa, e altrove".

Sua Santità ha detto che la preoccupazione espressa congiuntamente, e il sostegno comune ai cristiani sofferenti, hanno avuto una risposta positiva nella comunità internazionale. "E' stato dopo questo incontro, che a livelli elevati in molti paesi si è cominciato a parlare del genocidio dei cristiani in Medio Oriente, e l'argomento ha colpito il centro dell'agenda politica, - ha detto il Patriarca Kirill. - Poco dopo il nostro incontro, a Monaco è stato raggiunto un cessate il fuoco tra le forze governative e l'opposizione in Siria. Anche questo è stato colto da tutti coloro che si sentono solidari a quanti soffrono e perdono la vita in Medio Oriente".

Il Primate della Chiesa ortodossa russa ha rilevato con rammarico che oggi la situazione in Siria e Iraq ha ripreso a deteriorarsi. "E non solo a causa dei combattimenti ad Aleppo e Mosul, ma anche perché non si riesce a porre fine alle sofferenze della gente, e la coalizione esistente non ha ancora raggiunto un adeguato coordinamento delle azioni necessarie per una lotta efficace contro il terrorismo. Rimango convinto che solo attraverso azioni coordinate congiunte, volte a conseguire obiettivi specifici, si può davvero sconfiggere il terrorismo”, ha detto Sua Santità.

"Dopo l'incontro all'Avana i nostri gruppi comuni ortodossi-cattolici hanno fatto insieme i passi giusti, in Siria e Libano - ha continuato Sua Santità. – E’ stata una visita importante, che ha aiutato i rappresentanti delle nostre Chiese a considerare la situazione in Siria e Libano, e gettare le basi per un'ulteriore collaborazione, anche per aiutare la gente". Il Patriarca Kirill ha notato che in seguito alla visita congiunta della delegazione ortodossa-cattolica della Russia, che ha avuto luogo il 7 aprile 2016, le parti hanno iniziato a lavorare sulla lista dei templi e siti religiosi che sono stati distrutti in seguito alle azioni militari. "Ci auguriamo che la guerra finisca, la gente possa vivere in pace, e allora ci si potrà porre seriamente la questione del restauro della Siria, - ha detto Sua Santità. - Per noi cristiani, è importante che anche i templi siano restaurati, e la gente possa tornare a una vita religiosa normale. Noi continueremo a lavorare con la Chiesa cattolica romana e i suoi rappresentanti per fare tutto il possibile per porre fine alle sofferenze, e la gente possa tornare a una vita pacifica".

La dichiarazione firmata a L’Avana ha anche significato il raggiungimento di un approccio comune al tema ucraino, ha osservato il Primate della Chiesa Russa. "Recentemente, in occasione del 25° anniversario dell’indipendenza dello Stato Ucraino, sia il Papa che io abbiamo rivolto a tutti messaggi importanti, - ha detto Sua Santità, notando la somiglianza delle posizioni di entrambe le chiese su questo tema. - Sia la Chiesa ortodossa russa, che la Chiesa cattolica romana, continuano ad impegnarsi per una missione di pace. Le chiese devono servire la causa della pace e non partecipare al pesante conflitto sociale.

Nel corso della conversazione, il Patriarca Kirill ha preso atto delle dinamiche positive di sviluppo delle relazioni culturali tra le Chiese ortodossa russa e cattolica romana. "Presso il Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani, che Lei dirige, si è svolto il secondo incontro del gruppo di lavoro congiunto sulla cooperazione culturale tra le nostre Chiese, e le due parti hanno continuato a sviluppare i progetti culturali in corso, - ha detto Sua Santità. - Ci auguriamo che l’11 dicembre di quest'anno, nella Basilica romana di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, si possa tenere il concerto congiunto del coro del Monastero Sretensky, e del Coro Sinodale della Chiesa ortodossa russa, con il coro della Cappella Sistina. Il 25 novembre presso la Galleria Tretyakov si aprirà una splendida mostra di capolavori dal Vaticano con la partecipazione del governatore del Vaticano Giuseppe Bertello. Si tratta di un evento culturale significativo, ma che è anche un fattore importante nello sviluppo delle relazioni bilaterali".

Secondo quanto affermato da Sua Santità, mai così tanti capolavori dal Vaticano sono stati esposti all'estero, perciò questa mostra è di grande interesse per il pubblico russo.

Parlando dello sviluppo dei contatti inter-cristiani relativamente alla formazione teologica, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha dato una valutazione positiva dello svolgimento della Scuola estiva per rappresentanti della Chiesa cattolica romana, organizzata dalla Scuola di dottorato e alti studi teologici dei santi Cirillo e Metodio. Come parte del programma di formazione, noti studiosi e specialisti della chiesa russa hanno introdotto i partecipanti alla vita religiosa e culturale della Russia. "Sono fiducioso che lo sviluppo delle nostre relazioni amichevoli in direzioni diverse contribuirà, in particolare, allo sviluppo delle relazioni tra i popoli e al superamento dei conflitti, nonché all’intensificazione dell'organizzazione e del coordinamento delle nostre azioni comuni per proteggere le persone e il loro diritto alla vita e alla dignità" - ha riassunto il Primate della Chiesa russa.

A sua volta, il cardinale Kurt Koch ha ringraziato il Patriarca Kirill per la calorosa accoglienza. Il Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani ha consegnato al Patriarca un messaggio del Papa Francesco in occasione del 70° anniversario del capo della Chiesa russa. In esso, in particolare, si dice: "Vorrei trasmettere a Sua Santità, il mio amato fratello in Cristo, un augurio personale e l'assicurazione delle mie fervide preghiere in occasione del suo 70° anniversario. Ringrazio il Signore per la Sua generosa benedizione, e il dono a Lei della vita e del ministero di Pastore della Chiesa ortodossa russa. Ringrazio per il Suo contributo personale al riavvicinamento tra le nostre Chiese, e con grande calore ricordo il nostro incontro".

Al termine della riunione le parti si sono scambiate i doni.

Поделиться:
Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

04.12.2017

Solenne servizio divino a Mosca

04.12.2017

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Il metropolita Hilarion: i cristiani del Medio Oriente e di altri paesi hanno bisogno della nostra compassione e della nostra preghiera

22.02.2021

Il metropolita Hilarion ha ricordato che sono i peccati umani a causare gli scismi ecclesiastici

22.02.2021

Il metropolita Hilarion: Al centro del dialogo con la Chiesa cattolica sta la situazione dei cristiani in Medio Oriente, la cultura e il lavoro caritativo

22.02.2021

Riunione del Gruppo misto di lavoro per il coordinamento di progetti culturali e sociali tra la Santa Sede e la Chiesa ortodossa russa

12.02.2021

La Conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Relazione del metropolita Hilarion di Volokolamsk alla conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizioni anti-ecclesiastiche nella legislazione del Montenegro

07.02.2021

Il metropolita Hilarion ritiene blasfemo l’uso dei simboli LGBT insieme a quelli cristiani

31.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il capo della missione diplomatica francese a Mosca

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: le regole del politicamente corretto non devono giustificare l'intrusione in ciò che è sacro per milioni di persone

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: negli Stati Uniti è in atto un deliberato attacco alla struttura tradizionale della famiglia

24.01.2021

Il Consiglio Presidenziale per la cooperazione con le associazioni religiose si riunisce per una sessione regolare

21.01.2021

Le azioni di estremisti hanno causato un serio squilibrio nelle secolari relazioni cristiano-islamiche sul suolo siriano, afferma il metropolita Hilarion

17.01.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio