Home page Notizie
Solenne servizio divino a Mosca

Solenne servizio divino a Mosca

Il 4 dicembre 2017, festa della Presentazione al Tempio della Santissima Madre di Dio e 100° anniversario dell’Intronizzazione di San Tichon, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’, nella Cattedrale di Cristo Salvatore è stato tenuto un solenne servizio divino.

Al centro della Cattedrale è stata collocata l’arca con le reliquie di San Tichon, Patriarca di Mosca, portate dalla Cattedrale del Monastero stavropigiale del Don il 29 novembre di quest'anno, in occasione dell'inizio del Concilio dei Vescovi della Chiesa ortodossa russa.

Il servizio divino è stato presieduto da Sua Beatitudine il Papa e Patriarca di Alessandria e di tutta l’Africa Teodoro II. La Divina Liturgia è stata concelebrata dai Primati e dai capi delle delegazioni delle Chiese ortodosse locali che partecipano alle celebrazioni per il 100° anniversario della restaurazione del Patriarcato nella Chiesa ortodossa russa: Sua Beatitudine il Patriarca di Gerusalemme Teofilo III; Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill; Sua Santità il Patriarca di Serbia Ireneo; Sua Beatitudine Patriarca rumeno Daniel; Sua Beatitudine l'Arcivescovo di Cipro Khrysostomos II; Sua Beatitudine l’Arcivescovo di Tirana e tutta l'Albania Anastasios; Sua Beatitudine il Metropolita Sava di Varsavia e di tutta la Polonia; Sua Beatitudine il Metropolita delle Terre Ceche e della Slovacchia Rostislav; Sua Beatitudine il Metropolita Tichon di tutta l'America e il Canada; il Metropolita Feodor di Akhaltsikhe e Tao-Klarzhetsky, capo della delegazione della Chiesa ortodossa georgiana; il metropolita Gabriel di Loveč, capo della delegazione della Chiesa ortodossa bulgara.

Al servizio divino hanno partecipato i membri permanenti del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa e i Primati delle parti autonome e di auto-governo del Patriarcato di Mosca: il metropolita Daniel di Tokyo e di tutto il Giappone; il metropolita Juvenalij di Krutitsy e Kolomna, vicario patriarcale della diocesi di Mosca; il metropolita Vladimir di Chisinau e di tutta la Moldavia; il metropolita Aleksandr di Astana e Kazakistan, capo del distretto metropolitano nella Repubblica del Kazakhstan; il metropolita Vikentiy di Tashkent e Uzbekistan, capo del distretto metropolitano dell'Asia centrale; il metropolita Varsonofij di San Pietroburgo e Ladoga, direttore del Dipartimento amministrativo del Patriarcato di Mosca; il metropolita Pavel di Minsk e Zaslavl, esarca patriarcale di tutta la Bielorussia; il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca; i membri del Concilio dei Vescovi della Chiesa ortodossa russa; i membri delle delegazioni delle Chiese ortodosse locali; diversi chierici di Mosca.

Nel tempio erano presenti molti sacerdoti, monaci e laici. I canti liturgici sono stati eseguiti dal coro dei cantanti della diocesi della città di Mosca sotto la direzione dell’artista onorato della Russia A.A. Puzakov. Il coro è formato dai migliori cantanti dei decanati della capitale. Il servizio divino è stato trasmesso in diretta sui canali televisivi «Unione» e «Salvatore».

Durante il piccolo ingresso, conformemente al paragrafo 2.2.4 del Regolamento sui premi della Chiesa ortodossa russa, approvato in occasione del Concilio dei Vescovi, in cui si afferma: «Il diritto di indossare la seconda Panagia appartiene all'interno dei loro confini canonici ai capi della Chiesa autonoma giapponese, della Chiesa ortodossa autogovernata nella Moldavia, della Chiesa ortodossa della Lettonia e della Chiesa ortodossa dell’Estonia, dell’Esarcato bielorusso, del Distretto metropolitano nella Repubblica del Kazakistan, del Distretto metropolitano dell'Asia centrale, così come al presidente del Sinodo dei Vescovi della Chiesa ortodossa all’estero», hanno il diritto di indossare la seconda Panagia: il metropolita Daniel di Tokyo e di tutto il Giappone; il metropolita Vladimir di Chisinau e di tutta la Moldavia; il metropolita Aleksandr di Riga e di tutta la Lettonia; il metropolita di Tallinn e di tutta l'Estonia Kornilij; il metropolita Pavel di Minsk e Zaslavl, esarca patriarcale di tutta la Bielorussia; il metropolita Aleksandr di Astana e Kazakistan, capo del Distretto metropolitano nella Repubblica del Kazakhstan; il metropolita Vikentij di Tashkent e Uzbekistan, capo del Distretto metropolitano dell'Asia centrale. Il metropolita dell'America orientale e di New York Hilarion, presidente del Sinodo dei Vescovi della Chiesa ortodossa russa all’estero, è stato onorato da Sua Santità il Patriarca del diritto di indossare la seconda Panagia nel mese di giugno di quest’anno, nei giorni del Concilio dei Vescovi della Chiesa ortodossa russa fuori dalla Russia, «per commemorare il 10° anniversario della firma dell'atto di comunione canonica, e in considerazione delle zelanti opere per il consolidamento della nuova unità spirituale».

In conformità con il nuovo Regolamento sulle onorificenze, relativamente al paragrafo 2.2.1 («L’elevazione al rango di arcivescovo e l'elevazione al rango di metropolita è determinata dal luogo di servizio. Il metropolita è l'arcivescovo della città principale della metropolia e il metropolita della regione. L’arcivescovo è il vescovo diocesano della città e della regione che non fanno parte della Chiesa metropolitana»), Sua Santità il Patriarca Kirill ha ordinato al grado di arcivescovo: il vescovo Lukian di Blagoveshchensk e Tynda; il vescovo Feofan di Kyzyl e Tyvin; il vescovo Efrem di Birobidžan e Kul’dur; il vescovo Varlaam di Makhachkala e Grozny; il vescovo Leonid di Vladikavkaz e Alania; il vescovo Kallistrat di Gorno-Altajsk e Chemal; il vescovo Matfej di Anadyr e Čukotka.

Durante la litania della supplica intensa sono state elevate petizioni speciali. Al termine della litania, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha elevato una preghiera.

Prima della comunione ai Santi Misteri di Cristo, l’arcivescovo Sergij di Solnechnogorsk, capo della Segreteria amministrativa del Patriarcato di Mosca, ha letto il messaggio del Santo Concilio dei Vescovi ai sacerdoti, monaci, a e tutti i figli fedeli della Chiesa ortodossa russa.

Al termine della Divina Liturgia, Sua Santità ha indossato una copia del copricapo dell’intronizzazione del Patriarca Tichon, presentato a Sua Santità dal Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa nella Cattedrale di Cristo Salvatore il 20 novembre 2017.

Sua Santità il Patriarca Kirill si è rivolto ai partecipanti al servizio divino con la sua parola primaziale.

A nome dei rappresentanti di tutte le Chiese ortodosse Sua Beatitudine il Papa e Patriarca di Alessandria e di tutta l'Africa Teodoro II ha tenuto un discorso.

Di seguito, nel refettorio della Cattedrale di Cristo Salvatore è stato dato un ricevimento per celebrare il 100° anniversario della restaurazione del Patriarcato nella Chiesa ortodossa russa.

Поделиться:
Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

04.12.2017

Solenne servizio divino a Mosca

04.12.2017

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Il metropolita Hilarion: i cristiani del Medio Oriente e di altri paesi hanno bisogno della nostra compassione e della nostra preghiera

22.02.2021

Il metropolita Hilarion ha ricordato che sono i peccati umani a causare gli scismi ecclesiastici

22.02.2021

Il metropolita Hilarion: Al centro del dialogo con la Chiesa cattolica sta la situazione dei cristiani in Medio Oriente, la cultura e il lavoro caritativo

22.02.2021

Riunione del Gruppo misto di lavoro per il coordinamento di progetti culturali e sociali tra la Santa Sede e la Chiesa ortodossa russa

12.02.2021

La Conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Relazione del metropolita Hilarion di Volokolamsk alla conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizioni anti-ecclesiastiche nella legislazione del Montenegro

07.02.2021

Il metropolita Hilarion ritiene blasfemo l’uso dei simboli LGBT insieme a quelli cristiani

31.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il capo della missione diplomatica francese a Mosca

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: le regole del politicamente corretto non devono giustificare l'intrusione in ciò che è sacro per milioni di persone

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: negli Stati Uniti è in atto un deliberato attacco alla struttura tradizionale della famiglia

24.01.2021

Il Consiglio Presidenziale per la cooperazione con le associazioni religiose si riunisce per una sessione regolare

21.01.2021

Le azioni di estremisti hanno causato un serio squilibrio nelle secolari relazioni cristiano-islamiche sul suolo siriano, afferma il metropolita Hilarion

17.01.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio