Home page Notizie
Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarc…

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutte le Russie

MESSAGGIO PASQUALE

di Sua Santità KIRILL,

 Patriarca di Mosca e di tutte le Russie

ai membri dell’episcopato, del clero, ai monaci e alle monache, e a tutti i fedeli figli e figlie della Chiesa Ortodossa Russa.

 

 

Amati fratelli nell’episcopato, reverendi padri, venerabili monaci e monache, cari fratelli e sorelle,

CRISTO È RISORTO!

 
Dal cuore, colmo di limpida gioia per il Signore Risorto dalla tomba, vi saluto con queste parole vivificanti e vi porgo i miei auguri in occasione della festa delle feste - la Pasqua.
Oggi siamo chiamati al grande banchetto della fede, la grande solennità dello spirito. L’unigenito Figlio di Dio, essendo venuto nel mondo, avendo patito la sofferenza e la morte sulla croce, per il dettame del Padre Celeste risorge vittoriosamente dalla tomba! Gesù è risorto - e la morte è stata ingoiata per la vittoria (1 Corinzi, 15,54)! È risorto - e gioisce tutto l’universo! Il Signore ha distrutto l’inferno e ha abolito la potenza del diavolo. Dio misericordioso ha fatto tutto questo, predestinandoci a essere suoi figli adottivi per opera di Gesù Cristo, nel quale abbiamo la redenzione mediante il suo sangue e la remissione dei peccati (Efesini 1, 4-5; 7).
La vittoria di Cristo sulla morte non è soltanto una realtà spirituale, ma anche corporea. Il Signore Gesù è veramente risorto in corpo per la salvezza di tutti gli uomini. Con la sua Risurrezione la morte ha perso il suo carattere irreversibile ed è diventata per quelli che hanno creduto in Cristo la nascita nella vita eterna, la porta che apre la strada per il cielo, per il Regno di Dio.
Non a caso i martiri cristiani andavano incontro con gioia a qualsiasi sofferenza. E se prima anche i più grandi giusti compiangevano i morti come perduti, dopo la Risurrezione del Signore Gesù la morte non li spaventava più. Secondo le insigni parole di Sant’Atanasio il Grande, da adesso “tutti i fedeli in Cristo calpestano la morte come un niente, ben sapendo che quando muoiono non vanno a perdizione, ma vivono e diventano incorruttibili per mezzo della Risurrezione” (De incarnatione Verbi). Un chiaro esempio sono per noi anche i neo-martiri della Chiesa Russa, che durante le persecuzioni del XX secolo senza paura ricevettero la corona del martirio.
Oggi, quando il mondo assomiglia sempre di più al ricco stolto della parabola evangelica (cfr.Lc 12,16-21), quando la comodità, il successo, la vita lunga sono considerati quasi i valori più importanti, noi, discepoli e seguaci del Signore, con l’apostolo Paolo testimoniamo: per noi il vivere è Cristo (Filippesi 1,21) e la morte non è la fine dell’esistenza. Diciamo e crediamo così, perché sappiamo: Dio ha creato l’anima dell’uomo per l’eternità.
Come spesso a noi, immersi nella confusione e nelle preoccupazioni della quotidianità, manca attenzione per notare la presenza della trasfigurante potenza divina nella nostra vita! Però il tempo pasquale è un periodo davvero particolare. In questi giorni sembra che perfino l’aria è impregnata dell’incomparabile gioia della Pasqua, e la misericordia e l’amore di Dio si effondono abbondantemente su ogni uomo.
Entrando nella solennità di questa meravigliosa e luminosa festa siamo chiamati a testimoniare in modo convincente, sia con opera che con parola, del dono che l’umanità ha ricevuto dal Signore Risorto. Condividiamo con quelli che ci stanno accanto il gioioso annuncio evangelico, doniamo ai nostri cari affetto, cura e attenzione, facciamo bene a coloro che hanno bisogno del nostro aiuto e della consolazione! Solo così, lodando il Salvatore Risorto dalla tomba con il cuore grato e con labbra grate, diventiamo eredi del miracolo pasquale e con coraggio possiamo chiamarci figli e figlie dell’Altissimo, che ha mostrato il suo infinito amore per tutti noi.
Augurandovi una luminosa festa della Santa Pasqua, ancora e ancora rivolgo a voi il gioioso saluto:
 

CRISTO È RISORTO!

 

 

/+KIRILL/

 PATRIARCA DI MOSCA E DI TUTTE LE RUSSIE

 

Mosca,

Pasqua del Signore

2018


In altre lingue:

Поделиться:
Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

04.12.2017

Solenne servizio divino a Mosca

04.12.2017

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Il metropolita Hilarion: i cristiani del Medio Oriente e di altri paesi hanno bisogno della nostra compassione e della nostra preghiera

22.02.2021

Il metropolita Hilarion ha ricordato che sono i peccati umani a causare gli scismi ecclesiastici

22.02.2021

Il metropolita Hilarion: Al centro del dialogo con la Chiesa cattolica sta la situazione dei cristiani in Medio Oriente, la cultura e il lavoro caritativo

22.02.2021

Riunione del Gruppo misto di lavoro per il coordinamento di progetti culturali e sociali tra la Santa Sede e la Chiesa ortodossa russa

12.02.2021

La Conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Relazione del metropolita Hilarion di Volokolamsk alla conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizioni anti-ecclesiastiche nella legislazione del Montenegro

07.02.2021

Il metropolita Hilarion ritiene blasfemo l’uso dei simboli LGBT insieme a quelli cristiani

31.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il capo della missione diplomatica francese a Mosca

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: le regole del politicamente corretto non devono giustificare l'intrusione in ciò che è sacro per milioni di persone

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: negli Stati Uniti è in atto un deliberato attacco alla struttura tradizionale della famiglia

24.01.2021

Il Consiglio Presidenziale per la cooperazione con le associazioni religiose si riunisce per una sessione regolare

21.01.2021

Le azioni di estremisti hanno causato un serio squilibrio nelle secolari relazioni cristiano-islamiche sul suolo siriano, afferma il metropolita Hilarion

17.01.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio