Home page Notizie
I fedeli della Chiesa ortodossa ucraina si sono ri…

I fedeli della Chiesa ortodossa ucraina si sono rivolti al Presidente dell’Ucraina e alle Chiese ortodosse autocefale con una richiesta di sostegno

Il 22 febbraio 2021 nella Lavra delle Grotte di Kyiv “Uspenskaja” (della Dormizione della Madre di Dio) ha avuto luogo un congesso dei rappresentanti delle chiese catturate della Chiesa ortodossa ucraina. Alla fine del congresso i fedeli della Chiesa ortodossa ucraina hanno registrato un video appello al Presidente dell’Ucraina e alle altre autorità con la richiesta di difendere i loro diritti, e si sono rivolti anche alle Chiese ortodosse autocefale con un appello di sostegno. 

Il parrocco della chiesa di San Giorgio del villaggio Katerinivka della Provincia di Ternopil l’arciprete Sergij Gladun ha raccontato della cattura violenta della chiesa: “La gente è stata colpita, derubata nello stato loro. Un affare senza precedenti nel XXI secolo – ci odiano per la fede ortodossa, catturano le chiese, sfondano le porte e tolgono le nostre sacre reliquie”. Egli ha sottolineato che dal 2014 ci sono stati più di 100 casi (più di 130 – ed.).

“Accanto a me ci sono persone da 12 provincie ucraine, ciascuna con una storia di dolore e tristezza e anche con delle vittime per la fede ortodossa. Ci sonomigliaia come noi”, ha testimoniato il sacerdote. 

Padre Sergij ha sottolineato che questa politica controla Chiesa è stata attivamente  appoggiata dall’ex-presidente dell’Ucraina P. Poroshenko, e la maggioranza dei fedeli ucraini speravano che il nuovo presidente, per il quale hanno votato, avrebbe fermato le oppressioni per i motivi religiosi da parte del potere precedente e avrebbe difeso i diritti dei milioni degli ortodossi ucraini. “Ma non è successo così”, ha constatato il sacerdote Sergij Gladun. 

I rappresentanti di altre comunità religiose vittime dei raider della “Chiesa ortodossa in Ucraina” hannocondiviso le loro speranze: “Aspettiamo che difenda i diritti costituzionali di ogni ucraino, greco, russo, ungherese e non divida gli ucraini in “giusti” e “non giusti”, come prometteva”. 

I fedeli si sono rivolti al garante della Costituzione conla richiesta di “fermare la discriminazione dei cittadini dell’Ucraina e della Chiesa ortodossa ucraina” e di abolire la legge sul cambio del nome della Chiesa. “Egregio Vladimir Aleksandrovich, Lei piò cambiaretutto, riconquistare il rispetto verso la Costituzione dell’Ucraina, restituire la pace in Ucraina, dimostrare che i diritti dell’uomo sono al primo posto”, è scritto, fra l’altro, nell’appello. 

I rappresentanti delle chiese catturate della Chiesa ortodossa ucraina si sono rivolti in varie lingue – rumena, bulgara, greca, giorgiana e serba – anche alle Chiese autocefale. “Chiediamo sostegno e preghieredelle Chiese ortodosse autocefale nella nostra lottacontro coloro che odiano i loro vicini, catturano le nostre chiese, picchiano i fedeli e i sacerdoti e alzano la mano sulle reliquie!”, hanno sottolineato i fedeli, chiamando a non “appoggiare la realizzazione dello scisma ucraino”. 

“Noi, la Chiesa ortodossa ucraina, siamo a casa nostra. Questa è la Chiesa nostra e la terra nostra”, hanno testimoniato gli ortodossi ucraini, concludendo il loro appello con le parole “Cristo è risorto!” in varie lingue.

Поделиться:
Il Patriarca maronita ha ringraziato il Primate della Chiesa russa per la partecipazione al destino dei cristiani del Medio Oriente

13.04.2021

La lettera di ringraziamento del Patriarca d’Etiopia Abuna Mattia al Primate della Chiesa ortodossa russa

12.04.2021

Сondoglianze del Patriarca in occasione dell’attentato a Makasar in Indonesia

29.03.2021

Congratulazioni patriarcali all’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° compleanno

23.03.2021

Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il presidente del Decr ha inviato le condoglianze per la morte del Cardinale Edward Cassidy

12.04.2021

Il metropolita Hilarion: l’attività di un politico non deve contraddire le sue convinzioni religiose

11.04.2021

Il periodo della pandemia non è propizio per i pellegrinaggi all’estero, pensa il metropolita Hilarion

11.04.2021

Il presidente del Decr incontra l'ambasciatore slovacco in Russia

06.04.2021

Il metropolita Hilarion: nei paesi occodentali l’ideologia del gender viene inculcata ai bambini in età da asilo

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: la Chiesa non benedice le unioni omosessuali, poiché sono peccaminose

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: proprio il cristianesimo ha causato l’abolizione della schiavitù

27.03.2021

Il presidente del Decr si è congratulato con l’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° annivesario

23.03.2021

Il metropolita Hilarion: in Ucraina è stata de facto bandita la Chiesa canonica

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: la scismatica “Chiesa ortodossa in Ucraina” non ha ricevuto un’autocefalia reale

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: l’ideologia europea diventa fondamentalmente antireligiosa

14.03.2021

Il metropolita Hilarion ha sottolineato l’importanza degli incontri inter-ortodossi nel “format di Amman”

13.03.2021

Il metropolita Hilarion: Chiese e comunità religiose diventano bersagli per la comunità LGBT

28.02.2021

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del DECR ha incontrato il nuovo ambasciatore russo in Ungheria

26.02.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio