Home page Notizie
Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della…

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

Il 20 novembre 2020, nel corso della riunione del Sacro Sinodo della Chiesa ortodossa russa, sono state prese in considerazione le conseguenze della commemorazione del capo della struttura scismatica operante in Ucraina da parte del Primate della Chiesa ortodossa cipriota (giornale n. 77).

Il 24 ottobre 2020, durante la Liturgia presso il Monastero della Santissima Madre di Dio di Chrisoroyatissa (vicino a Pafo), l'Arcivescovo di Nuova Giustiniana e tutta Cipro Crisostomo II ha commemorato il capo del gruppo scismatico operante in Ucraina tra i Primati delle Chiese ortodosse autocefale. Successivamente, l'arcivescovo Crisostomo ha ammesso di non aver discusso la sua decisione con i membri del Sacro Sinodo della Chiesa di Cipro, e di non averli informati della commemorazione imminente.

I metropoliti Atanasio di Limassol, Nicoforo di Kykkos, Isaia di Tamasos e il vescovo Nicola di Amathundus in una dichiarazione congiunta hanno condannato l'azione dell'arcivescovo in quanto " una grave violazione della struttura conciliare, collettiva e democratica della nostra Chiesa ortodossa e del modo di funzionamento della Chiesa ortodossa del Cipro, che si basa su questo sistema", lo hanno chiesto di cancellare "immediatamente questo atto anti-canonico e invalido ". La Dichiarazione sottolinea che la concessione dell '"autocefalia" agli scismatici ucraini da parte del Patriarcato di Costantinopoli "è un atto arbitrario, anti-canonico e anti-ecclesiastico, poiché la Chiesa ortodossa ucraina appartiene alla giurisdizione del Patriarcato di Mosca".

Il metropolita Neofita di Morphou in un incontro pastorale con i fedeli della metropolia di Morphou ha dichiarato che "il metropolita Onufrio era, rimane e, spero, sarà il vescovo canonico della città di Kyiv", osservando che "anche se la maggioranza dei vescovi dovesse sostenere l'Arcivescovo, questo non renderebbe Epifanio un vescovo canonico".

I partecipanti alla riunione del Sinodo della Chiesa ortodossa russa hanno espresso profondo rammarico per l’avvenuta commemorazione anti-canonica del leader di uno dei gruppi scismatici ucraini nei dittici dei Primati ortodossi, il che testimonia l'entrata dell'Arcivescovo Crisostomo in comunione con gli scismatici.

Durante la riunione è stato sottolineato che questa decisione è stata presa dall’Arcivescovo Crisostomo da solo, senza il consenso dei membri del Sacro Sinodo della Chiesa ortodossa del Cipro e, quindi, non ha carattere sinodale.

E’stato inoltre messo in rilievo il fatto che il Sacro Sinodo della Chiesa ortodossa del Cipro, durante la riunione presieduta dall'arcivescovo Crisostomo il 18 febbraio 2019, ha espresso legittimi "dubbi sulla possibilità di legalizzazione retroattiva delle ordinazioni compiute dai vescovi laicizzati, scomunicati e anatematizzati," riferendosi all’episcopato della struttura scismatica di recente creazione in Ucraina.

Alla fine, è stato sottolineato che la decisione dell'arcivescovo Crisostomo contraddice le sue ripetute dichiarazioni ufficiali sulla questione ucraina, in particolare la lettera indirizzata al Primate della Chiesa ortodossa russa del 26 luglio 2018, in cui l'arcivescovo di Cipro ha assicurato che "la Chiesa cipriota non devierà mai dalla sua posizione, che Le abbiamo ripetutamente presentato, cioè che con tutte le sue forze sosterrà la posizione della Chiesa ortodossa russa sulla questione della cosiddetta autocefalia in Ucraina " . L’arcivescovo aveva anche osservato che considera questa posizione ragionevole e giustificata in tutto".

Il Sacro Sinodo della Chiesa Ortodossa Russa ha costatato l'impossibilità di commemorare il nome dell'Arcivescovo Crisostomo II di Cipro nei dittici, di continuare la preghiera e la comunione eucaristica con lui, nonché l’impossibilità di concelebrare con quei vescovi della Chiesa del Cipro che entreranno in comunione ecclesiastica con rappresentanti dello scisma ucraino.

Поделиться:
Il Patriarca maronita ha ringraziato il Primate della Chiesa russa per la partecipazione al destino dei cristiani del Medio Oriente

13.04.2021

Discorso di Sua Santità il Patriarca Kirill alla riunione del Santo Sinodo il 13 aprile 2021

13.04.2021

La lettera di ringraziamento del Patriarca d’Etiopia Abuna Mattia al Primate della Chiesa ortodossa russa

12.04.2021

Сondoglianze del Patriarca in occasione dell’attentato a Makasar in Indonesia

29.03.2021

Congratulazioni patriarcali all’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° compleanno

23.03.2021

Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il presidente del Decr ha inviato le condoglianze per la morte del Cardinale Edward Cassidy

12.04.2021

Il metropolita Hilarion: l’attività di un politico non deve contraddire le sue convinzioni religiose

11.04.2021

Il periodo della pandemia non è propizio per i pellegrinaggi all’estero, pensa il metropolita Hilarion

11.04.2021

Il presidente del Decr incontra l'ambasciatore slovacco in Russia

06.04.2021

Il metropolita Hilarion: nei paesi occodentali l’ideologia del gender viene inculcata ai bambini in età da asilo

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: la Chiesa non benedice le unioni omosessuali, poiché sono peccaminose

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: proprio il cristianesimo ha causato l’abolizione della schiavitù

27.03.2021

Il presidente del Decr si è congratulato con l’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° annivesario

23.03.2021

Il metropolita Hilarion: in Ucraina è stata de facto bandita la Chiesa canonica

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: la scismatica “Chiesa ortodossa in Ucraina” non ha ricevuto un’autocefalia reale

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: l’ideologia europea diventa fondamentalmente antireligiosa

14.03.2021

Il metropolita Hilarion ha sottolineato l’importanza degli incontri inter-ortodossi nel “format di Amman”

13.03.2021

Il metropolita Hilarion: Chiese e comunità religiose diventano bersagli per la comunità LGBT

28.02.2021

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del DECR ha incontrato il nuovo ambasciatore russo in Ungheria

26.02.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio