Home page Notizie
Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizi…

Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizioni anti-ecclesiastiche nella legislazione del Montenegro

Крестный ход в защиту святынь в Подгорице (Черногория). Январь 2020 г.

A fine gennaio il presidente del Montenegro Milo Djukanovic è stato costretto a firmare gli emendamenti alla legge sulla libertà religiosa adottati dal parlamento, abrogando le disposizioni di questo atto legislativo che discriminavano la Chiesa ortodossa serba. Il parlamento del paese nella sua nuova composizione (in cui il partito pro-presidenziale si è trovato all'opposizione per la prima volta in trent'anni) ha votato per gli emendamenti alla controversa legge adottata nel 2019 due volte.

Commentando questo evento nel corso del programma televisivo "La Chiesa e il mondo", il presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, metropolita Hilarion di Volokolamsk ha sottolineato che M. Djukanovic “quando il suo partito era ancora al potere, ha avviato l’adozione di una legge secondo la quale potevano essere confiscat i luoghi di culto della Chiesa ortodossa serba in Montenegro, il che ha provocato un'enorme ondata di proteste in tutto il Montenegro ”.

“Migliaia di persone, nonostante le restrizioni imposte dopo l'inizio della pandemia, sono scese in piazza per dichiarare che non avrebbero rinunciato ai loro santuari. I vescovi della Chiesa ortodossa serba in Montenegro, tra cui il metropolita del Montenegro e del Littorale di beata memoria monsignor Amfilohije, si sono adoperati per l'abolizione di questa legge discriminatoria ", ha ricordato il presidente del Decr.

A suo avviso, è stata la posizione ostinata del presidente montenegrino, che ha insistito sulla necessità di introdurre questa legge, a portare lui e il suo partito alla sconfitta. “La gente non perdona le usurpazioni dei luoghi santi”, ha sottolineato Sua Eminenza, osservando che M. Djukanovic “non ha ascoltato la voce dei vescovi della Chiesa ortodossa serba, i quali lo hanno avvertito di quello che sarebbe successo”.

“Ed è successo - ora il suo partito è all'opposizione, - ha proseguito il metropolita – mentre ha vinto <le elezioni> quel partito politico, che fin dall'inizio ha chiesto l'abolizione delle clausole discriminatorie della legge, e queste clausole ora sono state cancellate”.

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk è convinto che questo evento sia una grande vittoria sia per la Chiesa ortodossa serba che per l'intera ortodossia canonica. “Il signor Djukanovic voleva ripetere in Montenegro quanto era accaduto in Ucraina sotto il presidente P. Poroshenko. Ci è riuscito solo nel senso che la sua carriera politica si è conclusa nello stesso modo in cui è finita la carriera del signor Poroshenko. Ma la Chiesa canonica è resistito e continuerà a resistere ".

Allo stesso tempo, l'arcipastore ha osservato che la Chiesa serba ha vinto a caro prezzo. Così, nell'autunno del 2020, il metropolita del Montenegro e del Littorale Amfilohije è morto di coronavirus. Proprio lui ha fatto più di chiunque altro per garantire che le clausole discriminatorie della legge sulla libertà religiosa del Montenegro fossero abolite.

Поделиться:
Сondoglianze del Patriarca in occasione dell’attentato a Makasar in Indonesia

29.03.2021

Congratulazioni patriarcali all’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° compleanno

23.03.2021

Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Il metropolita Hilarion: l’attività di un politico non deve contraddire le sue convinzioni religiose

11.04.2021

Il periodo della pandemia non è propizio per i pellegrinaggi all’estero, pensa il metropolita Hilarion

11.04.2021

Il presidente del Decr incontra l'ambasciatore slovacco in Russia

06.04.2021

Il metropolita Hilarion: nei paesi occodentali l’ideologia del gender viene inculcata ai bambini in età da asilo

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: la Chiesa non benedice le unioni omosessuali, poiché sono peccaminose

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: proprio il cristianesimo ha causato l’abolizione della schiavitù

27.03.2021

Il presidente del Decr si è congratulato con l’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° annivesario

23.03.2021

Il metropolita Hilarion: in Ucraina è stata de facto bandita la Chiesa canonica

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: la scismatica “Chiesa ortodossa in Ucraina” non ha ricevuto un’autocefalia reale

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: l’ideologia europea diventa fondamentalmente antireligiosa

14.03.2021

Il metropolita Hilarion ha sottolineato l’importanza degli incontri inter-ortodossi nel “format di Amman”

13.03.2021

Il metropolita Hilarion: Chiese e comunità religiose diventano bersagli per la comunità LGBT

28.02.2021

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del DECR ha incontrato il nuovo ambasciatore russo in Ungheria

26.02.2021

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio