Home page Notizie
Il presidente del Decr incontra ministro siriano

Il presidente del Decr incontra ministro siriano

Il 14 settembre 2014, nella casa parrocchiale della chiesa dedicata all’icona della Madre di Dio "Gioia di tutti gli afflitti", si è svolta una riunione del presidente del Decr metropolita Hilarion con il ministro dei Lasciti Religiosi della Repubblica araba siriana Muhammad Abd Al-Sattar Al-Sayyid.

Da parte siriana, alla riunione hanno partecipato l'Ambasciatore della Repubblica araba siriana nella Federazione Russa Riad Haddad, il secondo segretario dell'Ambasciata Wisam Agiba, i membri della delegazione Tawfiq al-Buti, Abdullah Al-Sayyid e Nabil Salman. Da parte della Chiesa Russa erano presenti il segretario del Decr per i rapporti interortodossi arciprete Igor Jakimtchuk, il responsabile del Settore dei contatti interreligiosi del Decr rev. Dimitrij Safonov e il dipendente del Decr diacono Fedor Shulga.

Il Metropolita Hilarion ha accolto l'ospite congratulandosi con lui per la sua recente riconferma al suo incarico di responsabilità. Dopo aver sottolineato che le relazioni tra la Chiesa Ortodossa Russa e quella antiochena sono cordiali e fraterne, il presidente del Decr ha detto, tra l’altro:

«Seguiamo costantemente, quotidianamente, quanto succede in Siria. Siamo solidali con il popolo siriano e lo aiutiamo. Io stesso molte volte sono stato in Siria, ed ho visto con i miei occhi come nel vostro Paese vivevano insieme, in pace e armonia, rappresentanti di diverse tradizioni religiose, tra cui musulmani e cristiani di varie chiese. Purtroppo, questa armonia è stata infranta dopo che il vostro paese è stato sottoposto ad aggressione straniera. Siamo al corrente delle sofferenze che affrontano oggi i cristiani e i membri di altre religioni nei territori occupati dai terroristi.

Siamo consapevoli del fatto che ciò che parte dell’opinione pubblica mondiale qualifica come una guerra civile in Siria, in realtà, non è una guerra civile. Si tratta di un’aggressione straniera. Sappiamo quali siano le forze che cercano di destabilizzare la situazione, e abbiamo sempre detto che tali interventi, non solo in Siria, ma anche in altri stati del Medio Oriente, non portano niente di buono. Vediamo come gli eventi della cosiddetta "primavera araba" sono passati da un paese all'altro, ma questa "primavera" non sembra aver portato felicità alla gente. E le azioni che compiono invasori stranieri, a loro dire in nome della democrazia, non portano al popolo altro che miseria.

Siamo particolarmente preoccupati per la sorte dei cristiani del Medio Oriente che sono costretti a lasciare in massa le loro case. Questo vale per l'Iraq, dove i cristiani sono vittime di un autentico e consapevole genocidio. Questo vale per la Libia, l'Egitto e la Siria in quelle aree, che sono attualmente sotto il controllo degli insorti. Ora anche le potenze occidentali sono scioccate da quanto è stato commesso in Medio Oriente col loro diretto sostegno. Quando i militanti del cosiddetto "Stato islamico" prendono con la forza le città, uccidono la popolazione, ammazzano i bambini, anche in Occidente cominciano a rendersi conto di quello che sta succedendo e si chiedono che cosa si può fare ora. Come sapete, la posizione della Chiesa ortodossa russa, così come la posizione dello Stato russo, non è cambiata ed è stata fin dall'inizio coerente, chiara e esplicita. Noi sosteniamo non una qualche forza politica in Siria, ma il popolo siriano, e non accettiamo che altri paesi vogliano decidere il destino della Siria e del suo popolo. E anche in avvenire continueremo a sostenere questa stessa posizione.

Ci fa soffrire il fatto che durante l'aggressione vengano attaccati chiese e monasteri cristiani, distrutti santuari e luoghi di culto cristiani. Siamo preoccupati per la sorte dei due metropoliti, scomparsi quasi un anno e mezzo fa e di cui, da allora, nulla è noto. Siamo rimasti profondamente colpiti dalla tragedia del villaggio cristiano di Maalula e dal rapimento delle monache del Monastero di Santa Thekla. Ancora una volta voglio assicurarvi che la Chiesa ortodossa russa continuerà a sostenere il popolo siriano.

Di recente abbiamo ricevuto una lettera inquietante dal Patriarca Giovanni di Antiochia, alla quale abbiamo subito reagito. Abbiamo raccolto più di un milione di dollari e li abbiamo mandati in Siria. Collaboriamo con il nostro Ministero per le Situazioni di emergenza e la Società imperiale palestinese per preparare convogli umanitari che sono regolarmente consegnati in Siria».

A sua volta, il ministro Muhammad Abd Al-Sattar Al-Sayyid ha chiesto di portare i saluti del presidente siriano Bashar al-Assad a Sua Santità il Patriarca Kirill e ha parlato della situazione in Siria in questo momento e della politica del ministero di cui è a capo. Ha anche presentato Tawfiq al-Buti, figlio del rispettato leader islamico siriano Said Ramadan al-Buti, ucciso il 21 marzo 2013 nella moschea "al-Iman" di Damasco da un attentatore suicida.

Alla fine dell’incontro il metropolita ha offerto all’ospite un regalo commemorativo.

Поделиться:
Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

04.12.2017

Solenne servizio divino a Mosca

04.12.2017

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Il metropolita Hilarion: i cristiani del Medio Oriente e di altri paesi hanno bisogno della nostra compassione e della nostra preghiera

22.02.2021

Il metropolita Hilarion ha ricordato che sono i peccati umani a causare gli scismi ecclesiastici

22.02.2021

Il metropolita Hilarion: Al centro del dialogo con la Chiesa cattolica sta la situazione dei cristiani in Medio Oriente, la cultura e il lavoro caritativo

22.02.2021

Riunione del Gruppo misto di lavoro per il coordinamento di progetti culturali e sociali tra la Santa Sede e la Chiesa ortodossa russa

12.02.2021

Relazione del metropolita Hilarion di Volokolamsk alla conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizioni anti-ecclesiastiche nella legislazione del Montenegro

07.02.2021

Il metropolita Hilarion ritiene blasfemo l’uso dei simboli LGBT insieme a quelli cristiani

31.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il capo della missione diplomatica francese a Mosca

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: le regole del politicamente corretto non devono giustificare l'intrusione in ciò che è sacro per milioni di persone

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: negli Stati Uniti è in atto un deliberato attacco alla struttura tradizionale della famiglia

24.01.2021

Il Consiglio Presidenziale per la cooperazione con le associazioni religiose si riunisce per una sessione regolare

21.01.2021

Le azioni di estremisti hanno causato un serio squilibrio nelle secolari relazioni cristiano-islamiche sul suolo siriano, afferma il metropolita Hilarion

17.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk ha celebrato la Divina Liturgia sulle reliquie di San Nicola a Bari

19.12.2020

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il Presidente della Puglia

19.12.2020

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio