Home page Notizie
Solenne Liturgia a Mosca

Solenne Liturgia a Mosca

Il 1 febbraio 2015, Domenica del pubblicano e del fariseo e sesto anniversario della intronizzazione di Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill, nella Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca è stata celebrata la Divina Liturgia.

Con la benedizione di Sua Santità il Patriarca Kirill, dopo un lungo restauro è stata portata nella chiesa la grande e celebre icona di Smolensk della Madre di Dio «Odigitria». L'immagine miracolosa sarà esposta alla venerazione dei fedeli nella Cattedrale di Cristo Salvatore fino al 10 febbraio, poi sarà trasferita nella Cattedrale della Dormizione di Smolensk, dove è custodita fin dall'inizio del XVII secolo.

Hanno concelebrato con il Primate della Chiesa ortodossa russa: il metropolita Onufrij di Kiev e di tutta l'Ucraina; il metropolita Juvenalij di Krutitsij e Kolomna, vicario del Patriarca nella diocesi di Mosca; il metropolita Vladimir di Chisinau e di tutta la Moldova; il metropolita Vikentij di Tashkent e Uzbekistan, capo del Distretto metropolitano dell'Asia centrale; il metropolita Varsonofij di San Pietroburgo e Ladoga, cancelliere del Patriarcato di Mosca; il metropolita Pavel di Minsk e Zaslave, esarca patriarcale di tutta la Bielorussia; il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca; il metropolita Hilarion dell'America orientale e New York, primo Gerarca della Chiesa ortodossa russa fuori della Russia; il metropolita Aleksandr di Riga e di tutta la Lettonia e i gerarchi che sono giunti a Mosca per partecipare al Consiglio dei Vescovi della Chiesa ortodossa russa.

Hanno concelebrato anche i rappresentanti delle Chiese ortodosse locali presso il trono del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’: il metropolita Afanasij di Kirinia (Chiesa ortodossa di Alessandria); il metropolita Niphon di Filippopoli (Chiesa ortodossa di Antiochia); il vescovo Antonij di Moravich (Chiesa ortodossa serba); l’archimandrita Stefan (Dispirakis) (Chiesa ortodossa di Gerusalemme); l’archimandrita Feoktist (Dimitrov) (Chiesa ortodossa bulgara), l’archimandrita Serapim (Shemyatovsky) (Chiesa ortodossa ceca e slovacca).

Tra i concelebranti c’erano inoltre: l'arciprete Vladimir Divakov, segretario del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ a Mosca; l’arciprete Mikhail Rjazantsev, sacrestano della Cattedrale di Cristo Salvatore; l’archimandrita Aleksej (Polikarpov), vicario del monastero stavropigiale di San Daniele di Mosca; l’archimandrita Tikhon (Shevkunov), segretario esecutivo del Consiglio Patriarcale per la Cultura e vicario del monastero stavropigiale della Presentazione; l’arciprete Vsevolod Chaplin, presidente del Dipartimento sinodale per i rapporti tra la Chiesa e la società; l’arciprete Dmitrij Smirnov, presidente della Commissione patriarcale per la famiglia, la tutela della maternità e dell’infanzia; l’arciprete Aleksandr Ganaba, segretario della diocesi della regione di Mosca; l’arciprete Nikolaj Balashov, vice presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne; l’archimandrita Filaret (Bulekov), vice-presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne; l’archimandrita Vakhtang (Liparteliani) (Chiesa ortodossa georgiana), pastore della Chiesa del grande martire San Giorgio nel quartiere georgiano a Mosca; i vicari dei monasteri stavropigiali, il clero di Mosca.

Al servizio hanno preso parte: l’inviato plenipotenziario del Presidente della Federazione Russa nel Distretto Federale Centrale A.D. Beglov, il ministro della Cultura della Federazione Russa V.R. Medinskij, il ministro dei Trasporti M.U. Sokolov, il presidente del Comitato della Duma di Stato per gli affari della CSI, l’integrazione eurasiatica e le relazioni con i connazionali residenti all’estero L.E. Slutsky, il presidente dell’Assemblea legislativa della città di Mosca A.V. Shaposhnikov, il presidente del Dipartimento sinodale per l’informazione V.R. Legojda, il responsabile della casa di produzione «Sofrino» E.A. Parkhaev, le priore dei monasteri femminili, il clero di Mosca e della regione di Mosca, i membri delle istituzioni sinodali della Chiesa, i rappresentanti dei consigli parrocchiali, gli insegnanti e gli studenti delle scuole religiose.

Il Primate della Chiesa ortodossa russa ha indossato per il servizio liturgico i paramenti della intronizzazione. Durante le Litanie sono state elevate preghiere speciali per Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill.

Nel corso della Divina Liturgia hanno cantato i cori della Cattedrale di Cristo Salvatore (diretto da Ilja Tolkachev) e del monastero Sretensky (diretto da Nikon Zhila).

Il servizio è stato trasmesso in diretta dal canale televisivo «Unione».

Durante il Piccolo Ingresso, Sua Santità il Patriarca Kirill ha elevato al rango di metropoliti il vescovo Pavel di Khanty-Mansijsk e Surgut in relazione alla nomina a capo della metropolia di Khanty-Mansijsk, e il vescovo di Chita e Trans-Baikal Vladimir in relazione alla nomina a capo della metropolia di Trans-Baikal.

Dopo le litanie il Primate della Chiesa russa ha pregato per la pace in Ucraina.

Durante il servizio liturgico, Sua Santità il Patriarca ha ordinato sacerdote il diacono Andrej Dyachenko, chierico della Chiesa metropolitana di Sant’Andrej Rublev in Ramenki, responsabile del settore informazioni analitiche del Dipartimento sinodale per i rapporti con le Forze Armate e le Forze dell'ordine.

Il discorso prima della Comunione è stato tenuto dall’arciprete Dmitrij Babev, rettore della Chiesa di Mosca della Dormizione della Madre di Dio in Koshino.

Al termine della Liturgia è stata eseguita una preghiera di ringraziamento. La preghiera è stata letta dal metropolita Juvenalij di Krutitsy e Kolomna.

Poi Sua Beatitudine il metropolita Onufrij ha letto il messaggio di congratulazioni per Sua Santità il Patriarca a nome dei membri del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa e ha presentato in dono a Sua Santità un'immagine del Salvatore.

L’inviato plenipotenziario del Presidente della Federazione Russa nel Distretto Federale Centrale A.D. Beglov si è congratulato con Sua Santità a nome del Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin.

Rivolgendosi al Patriarca e ai fedeli riuniti nel tempio, il ministro della Cultura della Federazione Russa V.R. Medinskij ha parlato del restauro dell'icona della Madre di Dio di Smolensk.

L'icona Odigitria della Madre di Dio di Smolensk ha accompagnato l'esercito russo durante la guerra del 1812. Prima della battaglia di Borodino, per ordine del generale M.I. Kutuzov, l’icona miracolosa è stata portata sul campo di battaglia, dove alla presenza del generale e di tutto l'esercito è stato tenuto un servizio di preghiera in ginocchio.

Secondo V.R. Medinskij, gli studi effettuati durante il restauro hanno dimostrato che l'icona è stata creata a cavallo dei secoli XVI-XVII. «Con molta certezza è proprio l'icona che è stata portata a Smolensk nel 1602 e ha preso parte a tutta la storia del nostro Paese», ha detto il ministro della Cultura.

Il Primate della Chiesa ortodossa russa si è rivolto ai fedeli con la parola primaziale.

Poi Sua Santità il Patriarca Kirill ha attribuito diverse onorificenze della Chiesa.

 

In considerazione del suo assiduo lavoro missionario e in connessione con il 75° anniversario del suo compleanno, del 30° anniversario della sua consacrazione episcopale e del 50° anniversario dell'ordinazione al diaconato, il metropolita Vladimir di Omsk e Tauride è stato insignito dell'ordine di Sant’Innocenzo, metropolita di Mosca e di Kolomna, I grado.

 

In considerazione del suo assiduo lavoro missionario e in connessione con il 40° anniversario dell’ordinazione diaconale, l’arcivescovo Simon di Bruxelles e Belgio è stato insignito dell'ordine di Sant’Innocenzo, metropolita di Mosca e Kolomna, II grado.

 

Hanno ricevuto panagie Patriarcali:

 

  • il metropolita Panteleimon di Yaroslavl e Rostov – per il suo intenso lavoro pastorale e in connessione con il 45° anniversario dell'ordinazione al diaconato;
  • il metropolita Longin di Saratov e Vol'sk - per il suo intenso ministero pastorale;
  • l’arcivescovo di San Francisco e America occidentale Kirill - per il suo intenso lavoro pastorale e in connessione con il 60° anniversario della nascita;
  • l’arcivescovo Serafim di Sendai – per il suo intenso servizio pastorale e in connessione con il 15° anniversario della sua ordinazione episcopale.

 

Poi Sua Santità si è congratulato con i giovani volontari e i membri delle associazioni giovanili ortodosse.

Поделиться:
Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

04.12.2017

Solenne servizio divino a Mosca

04.12.2017

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Il metropolita Hilarion: i cristiani del Medio Oriente e di altri paesi hanno bisogno della nostra compassione e della nostra preghiera

22.02.2021

Il metropolita Hilarion ha ricordato che sono i peccati umani a causare gli scismi ecclesiastici

22.02.2021

Il metropolita Hilarion: Al centro del dialogo con la Chiesa cattolica sta la situazione dei cristiani in Medio Oriente, la cultura e il lavoro caritativo

22.02.2021

Riunione del Gruppo misto di lavoro per il coordinamento di progetti culturali e sociali tra la Santa Sede e la Chiesa ortodossa russa

12.02.2021

Relazione del metropolita Hilarion di Volokolamsk alla conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizioni anti-ecclesiastiche nella legislazione del Montenegro

07.02.2021

Il metropolita Hilarion ritiene blasfemo l’uso dei simboli LGBT insieme a quelli cristiani

31.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il capo della missione diplomatica francese a Mosca

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: le regole del politicamente corretto non devono giustificare l'intrusione in ciò che è sacro per milioni di persone

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: negli Stati Uniti è in atto un deliberato attacco alla struttura tradizionale della famiglia

24.01.2021

Il Consiglio Presidenziale per la cooperazione con le associazioni religiose si riunisce per una sessione regolare

21.01.2021

Le azioni di estremisti hanno causato un serio squilibrio nelle secolari relazioni cristiano-islamiche sul suolo siriano, afferma il metropolita Hilarion

17.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk ha celebrato la Divina Liturgia sulle reliquie di San Nicola a Bari

19.12.2020

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il Presidente della Puglia

19.12.2020

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio