Home page Notizie
Convegno a Rabat sulla collaborazione della Chiesa…

Convegno a Rabat sulla collaborazione della Chiesa ortodossa russa e dei compatrioti in Africa e nel Sud-est asiatico

Il 16 novembre presso l’ambasciata della Federazione Russa nel Regno del Marocco ha avuto luogo la tavola rotonda “La Chiesa ortodossa russa e i compatrioti: l’esperienza della collaborazione in Africa e nel sud-est asiatico”. L’evento è stato organizzato dal Ministero degli Esteri russo e dal Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca con il sostegno della fondazione “Il mondo russo”.
Le tavole rotonde, dedicate alla collaborazione della Chiesa ortodossa russa e dei compatrioti, si svolgono da otto anni, riunendo rappresentanti del clero e di diverse organizzazioni dei compatrioti da varie regioni del mondo. Precedentemente tali incontri si sono svolti a Bruxelles, Buenos Aires, Pechino, San Francisco, Johannesburg, Roma e a Pechino.
Per partecipare all’evento con la benedizione del Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill è giunta in Marocco una delegazione della Chiesa ortodossa russa con a capo il Presidente del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, metropolita Hilarion di Volokolamsk.
All’aeroporto di Casablanca-Muhammad V il metropolita è stato accolto dall’ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Federazione Russa in Marocco V.P.Vorobiov.
Della delegazione facevano parte anche il responsabile del Servizio del Patriarcato di Mosca per le istituzioni all’estero, vescovo Antonij di Zvenigorod; il vice presidente del Decr, archimandrita Filaret (Bulekov); il segretario del Decr per gli Stati esteri, arciprete Sergij Zvonarev; diacono Sergij Kalašnikov del Servizio per le istituzioni all’estero; A.A.Eršov, referente per il Presidente del Decr.
Sono anche giunti per partecipare ai lavori della tavola rotonda dei rappresentanti del clero e delle comunità dei compatrioti di Egitto, Israele, Iran, Libano, Marocco, Namibia, degli Emirati Arabi, Tunisia e della Sudafrica.
Prima dell’inizio della seduta vescovo Antonij di Zvenigorod ha celebrato un servizio di preghiera (moleben) per l’inizio di una buona opera nella chiesa della Resurrezione del Signore a Rabat.
In seguito presso l’ambasciata russa in Marocco è iniziata la tavola rotonda. Il capo della missione diplomatica V.P.Vorobiov ha salutato tutti i presenti.
Aprendo la seduta, il metropolita Hilarion ha salutato tutti a nome del Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill. L’arcipastore si è soffermato sul tema del centenario degli eventi rivoluzionari in Russia che cambiarono radicalmente le basi dell’organizzazione statale e dello sviluppo sociale causando anche una profonda scissione nella società. Per la Chiesa ortodossa russa questi eventi tragici risultarono essere l’inizio del periodo di persecuzione, durante la quale fu glorificata la schiera dei neomartiti e confessori della fede.
Nel suo intervento il metropolita ha messo in rilievo il problema di persecuzione dei cristiani nella regione del Medio Oriente e Nordafrica. Ha portato l’attenzione dei presenti sul pericolo di decristianizzazione della terra dove storicamente vivevano i fedeli cristiani, nonché sulla necessità di una continua lotta contro l’estremismo è il terrorismo e sul consolidamento di forze di tutte le parti interessate a restaurazione delle chiese, delle case della popolazione civile e dell’infrastruttura sul territorio siriano.
Il Presidente del Decr ha toccato il tema di discriminazione della Chiesa ortodossa ucraina, raccontando dei fatti di impossessamenti forzati delle sue chiese e di tentativi di legalizzare tale attività distruttiva a livello della giurisprudenza.
Il metropolita ha anche ricordato che quest’anno ricorre il 1950º anniversario del martirio degli apostoli Pietro e Paolo. Ha augurato a tutti i pastori, presenti alla tavola rotonda e provenienti da varie parti dell’Africa e del Sud-est asiatico, lo zelo apostolico nel predicare la parola di Dio, nell’affermare gli ideali morali nella vita della gente e li ha chiamati a partecipare attivamente nelle discussioni sociali nei loro paesi, portando testimonianza dei valori tradizionali.
Vescovo Antonij di Zvenigorod nel suo saluto ha ribadito l’importanza di tali incontri che permettono ai pastori di condividere le loro esperienze di coinvolgimento nella vita dei compatrioti e di rafforzare la cooperazione con missioni diplomatiche e centri culturali.
I partecipanti dell’incontro, svoltosi nell’atmosfera del dialogo costruttivo, si sono soffermati sulle questioni riguardanti il supporto della diaspora russa nelle regioni africana e quella asiatica. È stata discussa l’esperienza di guida spirituale dei compatrioti, la problematica dell’organizzazione delle scuole domenicali e dello studio della lingua russa.
intervenuto Sono anche intervenuti l’archimandrita Alexandr (Zarkeshev), parroco della chiesa di san Filippo a Ash Shāriqah, gli Emirati Arabi; A. Lanchikov, il direttore del dipartimento per gli compatrioti viventi all’estero del Ministero degli Esteri russo; l’igumeno Arsenij (Sokolov), rappresentante del Patriarca di Mosca e di tutte le Russie presso il Patriarca di Antiochia e di tutto l’Oriente; il prete Viktor Kulaga, rappresentante del Patriarca di Mosca e di tutte le Russie presso il Patriarca di Alessandria e di tutta l’Africa; l’arciprete Antonij Iliyin, consigliere del direttore della fondazione “Il mondo russo”; V.Čečin, il rappresentante di Rossotrudnichestvo in Marocco; l’ieromonaco Dometian (Markarian), il vice capo delle missione ecclesiastica russa a Gerusalemme; l’arciprete Dimitri Netsvetaev, parroco della chiesa del santo principe Aleksander Nevskij a Tunisi; l’arciprete Daniil Lugovoi, parroco della chiesa di san Sergio di Radonez a Johannesburg (la Repubblica Sudafricana); la sig.ra Diana Kemp, organizzatore delle celebrazioni ortodosse a Windhoek e membro della comunità russa di Namibia e altri.
Alla fine del convegno l’ambasciatore della Federazione Russa in Marocco V.P.Vorobiev ha offerto un ricevimento.

Поделиться:
Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

04.12.2017

Solenne servizio divino a Mosca

04.12.2017

Il metropolita Hilarion: Chiese e comunità religiose diventano bersagli per la comunità LGBT

28.02.2021

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del DECR ha incontrato il nuovo ambasciatore russo in Ungheria

26.02.2021

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Il metropolita Hilarion: i cristiani del Medio Oriente e di altri paesi hanno bisogno della nostra compassione e della nostra preghiera

22.02.2021

Il metropolita Hilarion ha ricordato che sono i peccati umani a causare gli scismi ecclesiastici

22.02.2021

Il metropolita Hilarion: Al centro del dialogo con la Chiesa cattolica sta la situazione dei cristiani in Medio Oriente, la cultura e il lavoro caritativo

22.02.2021

Riunione del Gruppo misto di lavoro per il coordinamento di progetti culturali e sociali tra la Santa Sede e la Chiesa ortodossa russa

12.02.2021

La Conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Relazione del metropolita Hilarion di Volokolamsk alla conferenza "La Chiesa e la pandemia"

12.02.2021

Il metropolita Hilarion sull'abolizione delle disposizioni anti-ecclesiastiche nella legislazione del Montenegro

07.02.2021

Il metropolita Hilarion ritiene blasfemo l’uso dei simboli LGBT insieme a quelli cristiani

31.01.2021

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk incontra il capo della missione diplomatica francese a Mosca

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: le regole del politicamente corretto non devono giustificare l'intrusione in ciò che è sacro per milioni di persone

25.01.2021

Il metropolita Hilarion: negli Stati Uniti è in atto un deliberato attacco alla struttura tradizionale della famiglia

24.01.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio