Home page Notizie
Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

Putin incontra i Primati delle Chiese ortodosse

La sera del 4 dicembre, il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato nella sua residenza fuori Mosca di Novo-Ogaryovo Sua Santità il Patriarca di Mosca e tutta la Rus’ Kirill e i Primati e i capi delle delegazioni delle Chiese ortodosse locali, presenti a Mosca per partecipare alle celebrazioni del 100° anniversario della restaurazione del Patriarcato nella Chiesa ortodossa russa.

All’incontro hanno partecipato: Sua Beatitudine il Patriarca di Alessandria Teodoro II; Sua Beatitudine il Patriarca di Antiochia Giovanni X; Sua Beatitudine il Patriarca di Gerusalemme Teofilo III; Sua Santità il Patriarca di Serbia Ireneo; Sua Beatitudine il Patriarca rumeno Daniel; Sua Beatitudine l'Arcivescovo di Cipro Khrysostomos II; Sua Beatitudine l’Arcivescovo di Tirana e tutta l'Albania Anastasios; Sua Beatitudine il Metropolita Sava di Varsavia e di tutta la Polonia; Sua Beatitudine il Metropolita delle Terre Ceche e della Slovacchia Rostislav; Sua Beatitudine il Metropolita Tikhon di tutta l'America e il Canada; il Metropolita Feodor di Akhaltsikhe e Tao-Klarzhetsk, capo della delegazione della Chiesa ortodossa georgiana; il metropolita Gabriel di Loveč, capo della delegazione della Chiesa ortodossa bulgara.

All’incontro ha anche partecipato il metropolita Hilarion, presidente del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca.

All'inizio dell'incontro, il Capo dello Stato russo ha rivolto una parola agli ospiti.

Santità e Beatitudini! Eminenze e Eccellenze!

Prima di tutto, desidero rivolgere il benvenuto a tutti voi ed esprimere la mia gratitudine per il fatto che tutti insieme celebrate un evento così importante per il nostro Paese e per la Chiesa ortodossa russa come il centenario della restaurazione del Patriarcato in Russia.

Questo, naturalmente, sottolinea l'unità del mondo ortodosso, che è molto importante in sé, ma anche in relazione al fatto che tutti voi rappresentate la Chiesa, che svolge un ruolo essenziale nella vita dei vostri Paesi e della società. Voi esortate tutti alla misericordia, lavorate nel campo dell'istruzione, dell’educazione, cosa che è estremamente importante.

Il mondo di oggi sta diventando sempre più aperto e interdipendente. Ma vediamo anche manifestazioni dei grandi problemi di oggi. Vediamo manifestazioni di crisi spirituale, le tradizioni sono spesso svalutate, mentre i valori morali sono tutto ciò che sta alla base della civiltà umana.

Purtroppo, nel secondo decennio del XXI secolo, affrontiamo di nuovo ciò che sembrava essere stato a lungo condannato e sradicato, vale a dire la persecuzione per motivi religiosi, compresa quella dei cristiani. Ne abbiamo già parlato diversi anni fa durante questi incontri. Il problema è particolarmente acuto in Medio Oriente e questa regione è la culla del cristianesimo, dove si trovano le origini della fede ortodossa.

Merita particolare attenzione, ovviamente, la situazione in Siria. Noi ne siamo a conoscenza. È molto pesante. Durante gli anni della guerra, i terroristi hanno ucciso e cacciato decine di migliaia di persone dalle loro case.

Molte chiese e monasteri cristiani sono stati saccheggiati e distrutti. 

Oggi la situazione in questo Paese sta gradualmente cambiando. Le forze armate siriane, con il supporto dei militari russi, hanno liberato dai terroristi praticamente l'intero territorio del Paese, compresi i luoghi di residenza storica dei cristiani. 

Nel corso degli anni, lo Stato russo, insieme con la Chiesa ortodossa russa, e con altre organizzazioni religiose, ha fornito assistenza umanitaria alle vittime in Siria. È importante che una vita pacifica sia stabilita il prima possibile in modo che le persone possano tornare nelle loro case e si inizi a restaurare templi e chiese. 

Credo che il gruppo di lavoro creato dalla Chiesa ortodossa russa e dalla Chiesa cattolica romana possa svolgere un ruolo molto importante nel ritorno della popolazione cristiana in Siria. Il suo compito è compilare un catalogo di templi distrutti in vista del loro successivo restauro. 

Aiuteremo anche i rappresentanti di altre fedi, compresi i rappresentanti dell'islam, che, come sappiamo, hanno sofferto molto seriamente per mano di banditi, terroristi e radicali. Aiuteremo gli ebrei. Alcune organizzazioni ebraiche ci hanno già chiesto di aiutare a restaurare i santuari ebraici. Siamo in contatto con i rappresentanti della popolazione ebraica della Siria, in particolare con alcune organizzazioni ebraiche, comprese quelle di New York e degli Stati Uniti. Lavoreremo insieme alla risoluzione di questo problema. 

Spero che la Vostra visita in Russia servirà a sviluppare l’ulteriore dialogo tra le Chiese ortodosse, ad approfondire i legami tra i nostri Paesi, tra i nostri popoli, cosa estremamente importante nel mondo di oggi. 

Voglio augurare ogni bene a tutti Voi e al Vostro gregge, bene e prosperità.

 Grazie per l'attenzione. 

A nome dei Primati e i capi delle delegazioni delle Chiese ortodosse locali, il Patriarca di Mosca e tutta la Rus’ Kirill ha ringraziato il Presidente Putin per l’incontro, rilevando che al Concilio dei vescovi svoltosi a Mosca dal 29 novembre al 2 dicembre hanno preso parte circa 400 gerarchi della Chiesa ortodossa russa, provenienti da 20 Paesi.

Поделиться:
Сondoglianze del Patriarca in occasione dell’attentato a Makasar in Indonesia

29.03.2021

Congratulazioni patriarcali all’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° compleanno

23.03.2021

Il Patriarca Kirill si congratula con il metropolita Porfirije per la sua elezione alla Sede Patriarcale serba

18.02.2021

Il Patriarca Kirill è stato insignito della più alta decorazione statale della Serbia

15.02.2021

Il Presidente della Russia Vladimir Putin si è congratulato con Sua Santità il Patriarca Kirill per l’anniversario della sua intronizzazione patriarcale

01.02.2021

Papa Francesco manda al Patriarca Kirill gli auguri natalizi

07.01.2021

Il Sacro Sinodo ha costatato l'impossibilità della comunione eucaristica con l'arcivescovo di Cipro Crisostomo

20.11.2020

В дистанционном формате прошло заседание Священного Синода Русской Православной Церкви

20.11.2020

Dichiarazione del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill sullo status della chiesa di Santa Sofia

06.07.2020

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

18.04.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2020

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

05.01.2019

Il Patriarca Kirill ha discusso per telefono della situazione in Siria con Papa Francesco e i Patriarchi ortodossi del Medio Oriente

14.04.2018

Il Patriarca accoglie delegazione della provincia di Trento

27.02.2018

Messaggio natalizio di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’

06.01.2018

Il metropolita Hilarion: l’attività di un politico non deve contraddire le sue convinzioni religiose

11.04.2021

Il periodo della pandemia non è propizio per i pellegrinaggi all’estero, pensa il metropolita Hilarion

11.04.2021

Il presidente del Decr incontra l'ambasciatore slovacco in Russia

06.04.2021

Il metropolita Hilarion: nei paesi occodentali l’ideologia del gender viene inculcata ai bambini in età da asilo

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: la Chiesa non benedice le unioni omosessuali, poiché sono peccaminose

27.03.2021

Il metropolita Hilarion: proprio il cristianesimo ha causato l’abolizione della schiavitù

27.03.2021

Il presidente del Decr si è congratulato con l’arcivescovo Serafim di Sendai per il 70° annivesario

23.03.2021

Il metropolita Hilarion: in Ucraina è stata de facto bandita la Chiesa canonica

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: la scismatica “Chiesa ortodossa in Ucraina” non ha ricevuto un’autocefalia reale

20.03.2021

Il metropolita Hilarion: l’ideologia europea diventa fondamentalmente antireligiosa

14.03.2021

Il metropolita Hilarion ha sottolineato l’importanza degli incontri inter-ortodossi nel “format di Amman”

13.03.2021

Il metropolita Hilarion: Chiese e comunità religiose diventano bersagli per la comunità LGBT

28.02.2021

Il metropolita Hilarion: il patriarca di Costantinopoli non ha gregge in Ucraina

27.02.2021

Il presidente del DECR ha incontrato il nuovo ambasciatore russo in Ungheria

26.02.2021

Il presidente del Decr ha tenuto un video incontro con il segretario generale dell'Alleanza evangelica mondiale

25.02.2021

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio