Home page Notizie
Metropolita Hilarion: per la prima volta al l…

Metropolita Hilarion: per la prima volta al livello internazionale è stata riconosciuta la violazione dei diritti dei fedeli della Chiesa ortodossa ucraina

L’11 novembre 2021 il Comitato dell’ONU per i diritti dell’uomo ha pubblicato la decisione in cui è chiaramente espressa la preoccupazione per la violazione dei diritti dei fedeli della Chiesa ortodossa ucraina. Questo documento prescrive inoltre al governo dell’Ucraina di garantire la libertà della religione nel paese e povvedere un’istruttoria di tutti i casi di violenza contro i fedeli che vi hanno avuto luogo.

Commentando questa decisione nel programma televisivo “La Chiesa e il mondo”, il presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne (Decr) del Patriarcato di Mosca metropolita Hilarion di Volokolamsk l’ha approvata e ha sottolineato che per la prima volta al livello internazionale è stato chiaramente detto che in Ucraina succedono le violazioni dei diritti dei fedeli.

“Sappiamo come in realtà si svolgeva il così detto passaggio delle comunità della Chiesa ortodossa ucraina nella struttura scismatica: nella maggioranza dei casi non c’è stato un passaggio libero, ma ha avuto luogo una cattura delle chiese. E queste catture sono state accompagnate da violenza e percosse. I fedeli sono stati cacciati dalle chiese, i sacerdoti sono stati spinti fuori”, ha rammentato il presidente del Decr.

Egli ha attirato l’attenzione dei telespettatori al fatto che molte chiese catturate della canonica Chiesa ucraina ora sono chiuse a chiave, mentre le comunità cacciatene celebrano all’aperto oppure sono costrette a stare nelle stanza prese in affitto. In alcuni luoghi sono state costruite nuove chiese al posto di quelle catturate.

“Questa illegalità che veniva praticata sotto il presidente Poroshenko finora non aveva una giusta valutazione della comunità internazionale. Ora una tale valutazione è stata fatta, e questo è importante di per sé”, ha constatato il metropolita Hilarion.

Rispondendo alla domanda della conduttrice del programma come questa decisione potrebbe influire sulla situazione dei diritti dei fedeli in Ucraina, il metropolita ha detto: “Penso che questo dipenda, prima di tutto, dalle autorità ucraine. Se ascolteranno ciò che è stato detto dall’ONU, se vorranno fermare l’onda di persecuzioni contro la Chiesa ortodossa ucraina, ce ne hanno tutte le possibilità”.

Condividere:
Il Patriarca Kirill: il nostro gregge si trova sia in Russia che in Ucraina; preghiamo con fervore per la restaurazione della pace

18.05.2022

Commento del Servizio di comunicazione del Dipartimento per le relazioni esterne in merito all'intervista di Papa Francesco al Corriere della sera

04.05.2022

Sua Santità il Patriarca Kirill ha avuto un colloquio con il Primate della Chiesa ortodossa serba

27.04.2022

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ ai membri dell’episcopato, del clero, ai monaci e alle monache e a tutti i fedeli figli e figlie della Chiesa ortodossa russa

23.04.2022

L'assistenza ai rifugiati e ai civili feriti in Ucraina è stata discussa alla riunione del Santo Sinodo

25.03.2022

Sua Santità il Patriarca Kirill ha presieduto una riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa

24.03.2022

Condoglianze di Sua Santità il Patriarca Kirill per la morte delle persone in un incidente aereo nel sud della Cina

21.03.2022

Discorso di Sua Santità il Patriarca Kirill alla riunione del Consiglio Supremo della Chiesa ortodossa russa il 18 marzo 2022

18.03.2022

Sua Santità il Patriarca Kirill ha presieduto una riunione del  Consiglio Supremo della Chiesa ortodossa russa

18.03.2022

Ha avuto luogo una conversazione di Sua Santità il Patriarca Kirill con l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby

16.03.2022

Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha avuto un colloquio con Papa Francesco

16.03.2022

Sua Santità il Patriarca Kirill ha tenuto una riunione con i capi di alcune istituzioni ecclesiastiche

10.03.2022

Ha avuto luogo l’incontro di Sua Santità il Patriarca Kirill con il Nunzio Apostolico in Russia

03.03.2022

Sua Santità il Patriarca Kirill ha chiamato i fedeli a pregare per la pace e l’unità della Chiesa

27.02.2022

Messaggio del Patriarca Kirill agli arcipastori, al clero, ai monaci e a tutti i figli fedeli della Chiesa russa

24.02.2022

Il metropolita Hilarion ha incontrato la dirigenza dell’organizzazione umanitaria inter-cristiana ACT Alliance

13.05.2022

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk ha incontrato l’Arcivescovo Crisostomo di Cipro

12.05.2022

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk ha incontrato il capo del Dipartimento per le relazioni esterne della Chiesa malankarese

11.05.2022

Il presidente del Decr ha incontrato un rappresentante del Catolicosato di Cilicia della Chiesa apostolica armena

11.05.2022

Delegazione della Chiesa ortodossa russa partecipa alla Pre-Assemblea ortodossa del Consiglio Ecumenico delle Chiese

10.05.2022

Il metropolita Hilarion ha raccontato del lavoro svolto dalla Chiesa nelle condizioni del conflitto politico in Ucraina

09.05.2022

Il metropolita Hilarion ha raccontato i dettagli della conversazione di Sua Santità il Patriarca Kirill con Papa Francesco

09.05.2022

Sua Santità il Patriarca Kirill ha avuto un colloquio con il Primate della Chiesa ortodossa serba

27.04.2022

Il presidente del Decr ha inviato al Papa Emerito Benedetto XVI gli auguri per il 95° compleanno

16.04.2022

Il Presidente del Decr: l’organizzazione dell'incontro del Papa e del Patriarca richiede una preparazione dettagliata

11.04.2022

Il metropolita Hilarion: la Russia e la Francia hanno legami molto profondi

11.04.2022

Il presidente del Decr ha incontrato il capo della sezione di Mosca del Centro per il dialogo umanitario

11.04.2022

Il presidente del Decr ha incontrato l'Ambasciatore di Francia in Russia

06.04.2022

Il presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne ha incontrato l’Ambasciatore dell’Unione Europea a Mosca

06.04.2022

Il metropolita Hilarion: La Chiesa russa continua ad aiutare la Chiesa armena nel suo dialogo con i musulmani dell'Azerbaigian

04.04.2022

Commenti

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Invia un messaggio
Рус Укр Eng Deu Ελλ Fra Ita Бълг ქარ Срп Rom عرب